La Prefettura di Pordenone

 

Prefettura di PordenonePordenone è un capoluogo di provincia del Friuli-Venezia Giulia, la sede della Prefettura e dei suoi uffici è ubicata al civico 17 di Borgo Sant’Antonio ed è aperta ai cittadini tre giorni la settimana (lunedì, mercoledì e venerdì) dalle 9.30 alle 12.30.

Il Prefetto

E’ un dipendente diretto del Ministero dell’Interno e il suo ruolo è quello di coordinare i compiti svolti dalla propria prefettura. Egli deve avere conoscenze di tipo giuridico e può accedere alla qualifica solo tramite concorso. L’attuale prefetto di Pordenone è Pierfrancesco Galante, che riveste questa carica dal 2009. Nato a Napoli nel 1949 ha frequentato l’Accademia Militare della Nunziatella, si è in seguito laureato in scienze politiche ed ha continuato poi la sua carriera militare nell’ambito della Polizia di Stato. Ha rivestito incarichi operativi ed è stato Questore si Siena, Padova, Bolzano e Venezia. E’ anche giornalista e autore di pubblicazioni giuridiche, per cui è stato premiato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri nel 1995.

La Conferenza Permanente

Si tratta dei membri dello staff del prefetto, ovvero i dirigenti delle amministrazioni locali. Fanno parte di questi enti: questura, comando dei Carabinieri, guardia di finanza, vigili del fuoco, tribunale di Pordenone, procura, INPS, uffici doganali, uffici scolastici, camera di commercio, agenzia delle entrate, archivio notarile, e tutti quegli uffici che si occupano della pubblica amministrazione nell’ambito delle cinque aree di competenza della prefettura (ordine pubblico e sicurezza, autonomie locali e sistema elettorale, sanzioni amministrative, servizi al cittadino e immigrazione, protezione civile). La Conferenza Permanente è stata istituita a livello nazionale con un decreto legislativo della Riforma Bassanini del 1999. Attraverso il dialogo sempre aperto con gli esponenti principali di amministrazioni ed enti locali, il prefetto può rilevare più facilmente i problemi del territorio e disporre per la loro risoluzione. In questo modo è possibile effettuare una migliore mediazione tra lo Stato e le amministrazioni periferiche per mezzo della prefettura. Proprio per ragioni di immediatezza è stato stabilito che la conferenza sia “permanente” e questo vale per le prefetture di tutte le province italiane, ad eccezione di quelle a statuto speciale.

Copyright: Laporta Alessandro – FotoliaSimilar Posts:

Tags:

 
 
 

Comments are closed..